en fr de cz ru dk nl es

Sharing Festival! A Ferrara, dal 26 al 28 maggio 2017

Il Festival dell’economia collaborativa a Ferrara dal 26 al 28 maggio

Il Festival Italiano dell’economia collaborativa, la cui seconda edizione si svolgerà a Ferrara dal 26 al 28 maggio prossimi.  Studiosi e giornalisti a confronto sugli sviluppi delle economie e dei processi collaborativi.

Nel corso della prima giornata del festival, il 20 maggio, si discuterà del tema “Le nuove economie: i modelli collaborativi”. Oggi la sharing economy, grazie anche al supporto del digitale, può innovare un’eredità del passato. La sessione cercherà di descrivere i principali modelli di scambio con un distinguo importante tra economy on demand e innovazione sociale.

Sempre il 20 maggio, nel pomeriggio, si parlerà di “Le piattaforme della sharing economy. I servizi e i prodotti della sharing” Si farà il punto sui diversi modelli produttivi e di mercato dell’economia collaborativa. Da questa sessione, come si vedrà, traspare una netta demarcazione tra il modello dei servizi on demand e quelli più centrati sullo scambio, il baratto e la relazione sociale.

Il 21 maggio il tema affrontato al mattino sarà invece “Le nuove professioni: lavoro precario o opportunità di crescita?”. Il grande cambiamento impresso dalla sharing potrebbe trasformare dei lavoretti saltuari in lavori fissi. Ciò apre uno scenario molto complesso. La trasformazione del lavoratore, che si mette in gioco a un livello quasi autoimprenditoriale, in fornitore di servizi direttamente al consumatore garantisce davvero la prestazione di lavoro o la riduce a una fragile e precaria prestazione al di fuori di ogni norma e tutela? La sessione ha l’obiettivo di mettere in risalto benefici e svantaggi, luci e ombre dei nuovi lavoratori della sharing economy.

Nel pomeriggio del 21 maggio si parlerà de “Le nuove economie: le policies dell’economia collaborativa” L’economia collaborativa si diffonde in modo esponenziale. C’è chi da subito ha messo in evidenza il legame piuttosto stretto con la crisi, i cui effetti hanno spinto le persone ad auto-organizzarsi e saltare le troppe intermediazioni che regolano l’accesso ai beni e al lavoro; chi, invece, sottolinea la necessità di costruire una normativa che consenta al fenomeno di crescere e manifestarsi come una vera opportunità con regole certe e condivise. C’è chi si preoccupa degli aspetti di garanzia della qualità del servizio, delle condizioni di lavoro di chi offre tali servizi, delle assicurazioni offerte a chi ne usufruisce; e chi ammonisce sul pericolo di manipolazioni, nuove intermediazioni e forme spregiudicate di capitalismo 2.0.

Il 22 maggio, nella sessione mattutina, focus su “Il change making. Dal movimento al cambiamento”. La sharing economy, prima ancora di essere un insieme di processi di microeconomia, è un movimento di idee, una tendenza a ripensare un sistema possibile, tra sostenibilità e progresso, per creare un’equa e costruttiva ridistribuzione delle opportunità e delle responsabilità politiche, economiche, sociali e culturali. Nel pomeriggio del 22 maggio, infine, discussione sul tema “Le nuove professioni tra profit e no profit”.

 

http://www.sharingfestival.it/

Dormire a Ferrara Alloggio fiera Ferrara - Bologna Soggiorno a Ferrara Camere a Ferrara Affittacamere B&B a Ferrara Visitare Ferrara
deltacommerce
Informativa estesa sull'uso dei cookies